Villa Roberti, Brugine

Se chiudo gli occhi e penso ad un luogo del cuore al primo posto c’è sicuramente Villa Roberti a Brugine.

Villa Roberti mi piace perchè qui il mio respiro si fa pieno e mi carica di energia. Mi piace perchè questo luogo concede benessere e mi fa stare bene.

Una dimora storica, una barchessa, una torre e un ampio giardino sono gli elementi fondamentali di questa Villa Rinascimentale nel cuore della campagna Veneta tra Padova e Chioggia.
Villa Roberti è straordinaria testimonianza della civiltà delle ville venete e della tradizione rurale del territorio padovano. Splendidamente affrescata dal genio di tre pittori (Zelotti, Fasolo e Veronese) che proprio a metà Cinquecento iniziano a lavorare assieme, la villa appare sontuosa, riccamente decorata sia negli ambienti interni del Piano Nobile che in tutte le pareti esterne dell’edificio.
Ancora oggi uno dei motivi principali per cui Villa Roberti è famosa è rappresentato proprio dagli affreschi del Salone, che tuttora si manifestano nella loro straordinaria bellezza: grazie a loro, la villa è ricordata in numerose guide e libri di storia dell’arte quale pregevole e raro esempio in provincia di Padova della pittura a fresco in una villa veneta del Cinquecento.

Mutevoli forme.

E’ questo il claim che la Cooperativa Culturale Villa Roberti ha assunto per declinare la attività che in questo luogo si possono svolgere. Conosciuta e apprezzata per il primo Mercatino dell’Antico e dell’Usato sorto in Veneto, questo luogo si presta come sede di spettacoli di musica e teatro e cornice ideale di eventi privati. La cooperativa culturale propone un ampio cartellone di appuntamenti per grandi e piccini (teatro per bambini, concerti sia di musica classica che rock, serate culturali ed appuntamenti gastronomici) e intende valorizzare il turismo del territorio offrendo visite guidate alla ville e tour alla scoperta del territorio. Qui si possono ambientare i propri eventi privati, feste di famiglia e matrimoni, ma vi è una particolare sezione dedicata alle aziende e agli eventi che si definiscono corporate.
Penso si sia capito che sono coinvolta nella Cooperativa Culturale, assieme agli amici Alessandra, Marina, Alberto e Alessandro. Sono una forza.

Il progetto di Cooperativa è riassunto in questo video

Related posts

Leave a Comment